LA MIA CASA MINIMALISTA

Questo è il mio obiettivo per il 2019. Se mi segui abitualmente, sai che da un po’ di tempo sto ri-progettando gli spazi di casa per renderli più funzionali e adatti alla famiglia che cresce e si evolve. Sto puntando molto anche a rendere i miei ambienti più luminosi e leggeri perché mi sto rendendo conto, a mie spese, che essere circondata da troppe cose mi rende stressata e ansiosa, senza contare che tutte queste cose devono essere riordinate e pulite.

Voglio chiarire il concetto che minimalista per me non significa un ambiente freddo e vuoto, bensì una ricerca delle cose essenziali che amo e che mi facciamo stare bene

Ecco alcuni punti che voglio sviluppare e che mi aiutano a focalizzarmi sulla creazione di una casa minimalista, ma comunque vivibile e piena di personalità.

Scegliere una palette colori

E’ il punto di partenza per dare coerenza agli ambienti e rimanere nel tema che mi sono prefissata. Minimalismo per me vuol dire anche una ricerca dei colori che mi fanno stare bene e che si armonizzano tra di loro creando una continuità tra gli ambienti. Non sono un’amante del monocromatico, i colori mi piacciono tutti;  aiutano a caratterizzare gli ambienti e interpretare le emozioni, ma se troppi,  finiscono con trasformare un ambiente in uno spazio disordinato e caotico. Se ti interessa, puoi approfondire il discorso sui colori negli ambienti leggendo questo post.

Inserire materiali naturali

Il legno, il rattan, e gli altri materiali naturali sono la base per portare il calore negli ambienti, non a caso sono la base della filosofia Hygge che ruota attorno ai temi dell’intimità, della familiarità e dell’armonia.

Circondarsi di verde (in casa)

Specialmente durante l’inverno, portare il verde in casa, è sempre una buona idea. Ammetto che non sono abituata a questo, e devo fare uno sforzo per cambiare. C’è da dire che la casa rimane chiusa per molte ore al giorno e non aver mai inserito del verde negli anni passati era dovuto anche alla mancanza di luce naturale per molte ore al giorno. Questo è un punto importante su cui devo migliorare

Acquistare solo cose utili (e belle)

Acquistare oggetti di cui abbiamo realmente bisogno, che migliorano la vita e ci fanno sentire bene. Una cosa che ho imparato con il tempo è che spesso le cose che costano di più, sono quelle che durano più a lungo, quindi sul lungo periodo ti permettono di risparmiare e diciamolo, sono anche più belle.

So che non sarà un lavoro semplice. Sono una persona molto legata al passato, che ama i ricordi, che fatica a lasciare andare. Io credo che lavorare sulla casa sia lo specchio del lavoro sulle nostre emozioni e sento che è giunto il momento di trovare la vera essenza radicata in me per vivere con più leggerezza e armonia la mia vita.

L’argomento ti interessa? Parliamone insieme!

Condividi questo contenuto...
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Lascia un commento

Chiudi il menu