Tutto ciò di cui la tua casa ha bisogno, lo possiedi già

Prendo spunto dall’ultimo punto in elenco nel post della settimana scorsa, per introdurti il tema che farà da cornice al mese di gennaio scaturito dalla consapevolezza che:

tutto ciò di cui ho veramente bisogno è dentro di me

restyling-casa

 Adesso applica questo pensiero al restyling e scopri che tutto ciò di cui hai bisogno per la tua casa è già sotto i tuoi occhi. Però, come spesso succede, i tuoi occhi e quindi la tua testa, non lo vedono perché ormai si sono “abituati”. Cosa sto cercando di dirti? Semplicemente che prima di imbarcarti in spese di cui potresti pentirti, devi valutare se effettivamente quell’acquisto risolve il tuo problema.

Quindi prima di lanciarti nello shopping sfrenato, fermati e rifletti. Quello che ti invito a fare questa settimana, in vista del nuovo anno e del restyling di casa, è di accantonare la tua wishlist – ok, iniziano i saldi, vabèqualcosaticoncedo – ed iniziare un lavoro di analisi sugli ambienti in cui vivi:

1. Osserva: sempre e prima di tutto, e fallo con occhi distaccati, come se quella che stai guardando non fosse casa tua.

2. Scegli una stanza da cui partire (l’ingresso, il soggiorno, la camera) e analizzala nei minimi dettagli. Prendi nota di tutto ciò che ti fa stare bene e di ciò che ti crea disagio. Puoi scoprire che la luce che filtra dalle tende è particolarmente delicata, oppure che il copriletto di cui ti eri innamorata in negozio, stride con il resto.
 
 3. Indentifica gli oggetti e gli arredi che devono fare parte di quel contesto (per uso e attinenza) e seleziona quelli che non hanno niente a che vedere con l’insieme. Un esempio su tutti? Il pc.
 
 4. Ridistribuisci e riassegna le funzioni agli arredi e accessori che hai evidenziato nel punto precedente e che competono ad altre stanze. Già questo passaggio ti permette di liberare spazio e mente , permettendoti di avere una visione diversa del tuo spazio.
 
 5. Cambia la posizione degli arredi. Sei proprio sicura che quella sia la posizione migliore per il letto? Parti da quelli più semplici e meno impegnativi. Una poltrona, il cassettone. Se sei brava con il disegno puoi prima buttare giù un’idea su carta, così da valutare con più attenzione.

Adesso che sei arrivata alla fine della lettura, ti invito a partire e iniziare l’avventura. Non sempre abbiamo bisogno di cose nuove per migliorare un ambiente. Partire da quello che hai, ti da la possibilità di capire se veramente hai bisogno di quel mobile nuovo o se tutto partiva da una errata valutazione. Prova e poi mi saprai dire!

Condividi questo contenuto...
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Lascia un commento