HOME OFFICE: UN NUOVO PROGETTO CHE GIRA PER CASA

Continua la trasformazione degli interni di casa e questa volta tocca al mio spazio di lavoro che capita di dover condividere con marito e con il bambino grande. Anche in questa stanza della casa voglio cambiare i colori e ridefinire gli spazi, in particolare quello della parte operativa che non è funzionale.

Si stratta di un locale molto grande e luminoso che voglio assolutamente sfruttare al meglio. Attualmente il piano di lavoro è costituito da una scrivania Galant di IKEA comprata una decina di anni fa per un ambiente diverso da questo, alla quale ho accostato delle mensole della stessa serie e una cassettiera.

Quello di cui ho invece bisogno adesso si riassume qui:

  • un piano di lavoro più ampio, adatto ad ospitare 2 o 3 persone
  • un mobile contenitore/archivio capiente
  • migliore illuminazione artificiale

Voglio assolutamente mantenere il mio tecnigrafo che mi accompagna dai tempi della scuola che non utilizzo più per disegnare, ma è molto utile per visionare tavole e progetti di grandi dimensioni.

C’è poi una libreria Ikea sempre di qualche anno fa e il mio mobile da tipografia che contiene l’impossibile.

Come sono abituata a fare per tutti i miei progetti, anche per questo parto creando una moodboard che mi permetterà di fare il punto su ciò che voglio.

1,2,3,4

Ho quindi buttato giù una prima idea per il restyling. Penso che cambierò orientamento al tavolo di lavoro posizionandolo parallelo alla parete per aumentare lo spazio con il tecnigrafo e inserirò un mobile contenitore forse sotto la finestra oppure pensile sopra la parte operativa.

Questa è ancora una fase di bozza, una prima idea che ho subito fermato. Devo definire bene gli spazi e le proporzioni; il passo successivo sarà quello della scelta dei nuovi arredi e della palette colori (che saranno rilassanti), quindi ti consiglio di rimanere collegata per non perdere le novità.

Condividi questo contenuto...
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Lascia un commento

Chiudi il menu